LA DECISIONE DEL TRIBUNALE DI PISTOIA SULLA VERTENZA ANSWERS

Pubblicato: 2 febbraio 2010 da answerspistoia in Lavoro
Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,

Una piccola folla di lavoratrici e lavoratori dell’ Answers ha atteso, fuori del tribunale di Pistoia, la decisione della magistratura sull’ istanza di fallimento presentata per il call center di S. Agostino.
In aula, come avevamo anticipato, l’ azienda si è presentata davanti al giudice Raffaele D’ Amora, presidente del tribunale fallimentare, con una proposta di concordato, rappresentata dagli studi legali Santaroni di Roma e Rosi di Pistoia, chiedendo un rinvio di 45 giorni.
Confermando così il timore di sindacato e dipendenti, per i quali, ogni giorno che passa, porta il rischio della perdita di altro lavoro, pregiudicando le possibilità futuro di Answers.
La decisione del tribunale, alla fine, accolta con evidente sollievo fuori dall’ aula, è stata di accordare un rinvio ma solo al 24 febbraio.
Per quella data, cosa più importante, la direzione aziendale si è impegnata a portare a compimento, con lo strumento dell’ affitto di ramo d’ azienda, la cessione di Answers di S. Agostino al gruppo Call&Call, presente in aula con il suo presidente Umberto Costamagna.
Se tutto andrà a buon fine, l’impegno preso pubblicamente da Call & Call, ottavo gruppo nazionale per il settore call center, è quello di far ripartire il lavoro entro 48 ore dall’ acquisizione del controllo dell’ azienda.

articolo originale :

http://tvltvlibera.blogspot.com/2010/02/la-decisione-del-tribunale-di-pistoia.html

commenti
  1. dipendentevol2 scrive:

    Ciao a tutti, sono un dipendente di Videonline 2 (vol 2). La nostra società è entrata a far parte del gruppo Omega, quell’Universo fatto di scatole cinesi dove l’azienda killer ingloba e uccide lentamente, dopo una lenta agonia, altre aziende. Non so se si possa parlare di crisi in questo caso, so soltanto che in questa situazione siamo ormai 16 aziende ossia quasi 9000 persone che in tutta Italia vivono in una situazione di precarietà e disperazione. E’ da diversi mesi che subiamo un forte ritardo nel pagamento degli stipendi e non vengono versati i contributi per il TFR. E a questo si aggiunge l’assoluta assenza della proprietà. Ci stiamo autogestendo e stiamo occupando la nostra azienda per salvaguardare il nostro lavoro. I sindacati, la Regione e le varie istituzione si stanno mobilitando per noi ma non basta. La nostra protesta è anche su facebook:

    http://www.facebook.com/AIUTIAMO.VOL2.EROI.TELECOM

    In bocca al lupo a tutti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...